Loading...

Vaccino Astra Zeneca: che facciamo?

0
Loading...
Loading...

Virologo scienza

“Post hoc, ergo propter hoc”, così dicevano i latini, ovvero: se io entro in una stanza, mi fanno una endovena e poi dodici ore dopo sto male penso che dopo “questo”(hoc) allora (ergo) dipende da questo (propter hoc).Non è così facile stabilirlo, perchè in realtà io sono stato male ( o peggio…) *dopo*, ma non è detto che sia stato “per”… e questo sottolinea la difficoltà della scienza, che ha bisogno di prove, di evidenze.

Intanto ricordiamo che, al momento in cui scriviamo, su 5 milioni di vaccinati Astra Zeneca, 5 casi di morte sono accaduti, e dobbiamo ancora riflettere sul fatto che si tratta di una percentuale pari a quella di una popolazione normale non vaccinata…

E allora?

1) Giustamente, attendiamo e prendiamo atto che i lotti “incriminati” sono stati al momento ritirati.

2) Chi ha ricevuto la somministrazione, prima o seconda che sia, del lotto incriminato (e potrebbe risalire al lotto dalla data della inoculazione),se è trascorso un periodo di almeno 15 giorni, potrebbe a quanto pare stare tranquillo.

3) Chi ha ancora perplessità, o ha ricevuto Astra Zeneca da meno di 15 giorni, potrebbe, a scopo cautelativo (dal momento che le trombosi sembrano essere le conseguenze temibili) assumere aspirina a basso dosaggio, un antiaggregante “preventivo” per circa trenta giorni.

4) Va precisato che, mentre negli Stati Uniti è accettata l’assunzione di aspirina a basso dosaggio a scopo preventivo, in Europa questa teoria non è condivisa, ma la si raccomanda a scopo preventivo solo se sono presenti diversi fattori di rischio, ad esempio familiarità cardiovascolare, obesità, ipercolesterolemia, ipertensione non adeguatamente trattata ecc…

5) Pertanto, assumendo come “unico” fattore di rischio trombotico il fatto di aver ricevuto il vaccino Astra Zeneca, il ragionamento può filare, e dunque può essere accettabile l’aspirina a basso dosaggio a scopo preventivo.

6) Per finire: chiedete sempre al vostro medico di fiducia!

7) Queste sono opinioni personali, ma come è evidente tutti brancoliamo nel buio, e questo deve far riflettere sul fatto che la medicina non è scienza esatta ma tutto è basato sulla osservazione e sulla esperienza!

Loading...
Loading...