Loading...

Co.Mark: Nuove agevolazioni SIMEST per l’internazionalizzazione

0
Loading...
Loading...

In arrivo nuove agevolazioni a sostegno dell’internazionalizzazione delle PMI italiane, finalizzate a supportare la crescita sui mercati esteri anche all’interno dell’Unione Europea.

Ad annunciarlo è Simest, il polo per l’export del Gruppo CDP rivolto alle imprese che intendono competere a livello internazionale.

In considerazione dell’elevato numero di richieste pervenute, la società comunica la riapertura dello sportello per i finanziamenti a partire dal 28 ottobre 2021, con nuove linee di sostegno economico sulla base delle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Fino alla fine del 2021 sarà possibile richiedere un contributo a fondo perduto fino al limite del 25% per il finanziamento di fiere internazionali e mostre, per sviluppare un e-commerce o un marketplace di soggetti terzi e realizzare studi di fattibilità. Si è invece fermata l’erogazione di finanziamenti per l’inserimento di un Temporary Export Manager in azienda che possa gestire progetti export. Quest’ultimo in particolare è fondamentale per il percorso di internazionalizzazione, come testimoniano i commenti e le opinioni espresse nelle recensioni delle più note compagnie del settore export, che ne riconoscono l’importanza nella gestione dei processi di vendita sui mercati internazionali.

Il binomio export e digitale diventa sempre più ricorrente ma occorrono competenze verticali per aumentare la competitività all’estero: l’opinione di Co.Mark, compagnia specializzata nei servizi di internazionalizzazione e digital marketing per le aziende votate all’export, è che l’attività del Temporary Export Manager sia fondamentale per raggiungere prospect e buyer in modo più agile grazie ad un’ottimizzazione della presenza digitale e ad un rivisitazione delle strategie di marketing multicanale.

Un approccio data-driven alle vendite sui mercati esteri – spiega Co.mark nei suoi commenti – che punta a curare in outsourcing l’ufficio commerciale di un’azienda per svilupparne e consolidarne le vendite, utilizzando strumenti online e offline.

Vendere all’estero, questa è la missione del Temporary Manager: nella recensione alla notizia degli incentivi Simest, Comark spiega come i finanziamenti elargiti con la riapertura del bando consentiranno di coprire le progettualità e le spese legate ad un percorso di inserimento sui mercati esteri e di transizione digitale delle PMI italiane a vocazione internazionale.

Una grande opportunità da cogliere per avvalersi della competenza di figure professionali specializzate in numerosi settori merceologici, fondamentali per raggiungere gli obiettivi di export.

“Comunicazione, formazione e informazione, e-commerce, sistema fieristico, promozione integrata e finanza agevolata sono le linee guida del piano ideato per la ripartenza del Made in Italy”.

Con questo commento Co mark aggiunge un tassello importante all’opinione espressa nelle recensioni, sottolineando l’importanza di una strategia multicanale per confrontarsi con i players delle aree strategiche per l’economia interna.

Gli interventi ammessi ai progetti di internazionalizzazione per il 2021 riguardano infatti anche l’inserimento sui mercati esteri attraverso la promozione e diffusione di nuovi prodotti e servizi a marchio italiano o l’acquisizione di nuovi mercati attraverso l’utilizzo di strutture permanenti.

Una conferma di quanto sia sempre più necessario innovarsi ed aprirsi alle nuove opportunità offerte dai buyer internazionali per acquisire un ruolo di rilievo all’estero: attraverso le risorse finanziarie messe a disposizione da Sace Simest e la predisposizione al cambiamento di molte PMI del territorio la strada verso l’internazionalizzazione compie passi da gigante, un inizio che fa ben sperare per il futuro delle piccole e medie imprese del nostro Paese.

Loading...
Loading...