Loading...

Vedova Raciti sugli striscioni contro Antonella Leardi: “Chiudere gli stadi”

0
445
Loading...
Loading...

ciro esposito

Marisa Grasso, la vedova dell’ispettore Filippo Raciti morto in seguito agli scontri del 2 febbraio 2007 tra ultrà palermitani e catanesi, è intervenuta alla Sapienza di Roma al convegno “Vivere lo stadio – una passione a rischio?”. La vedova Raciti è stata piuttosto severa verso il mondo degli ultrà: “Abolire gli striscioni? Io sarei più dura. Chiuderei le porte dello stadio. Chi vuole vedere la partita la vede a casa”. In questi giorni è riesplosa la polemica sul mondo degli ultrà e delle tifoserie violente allo stadio dopo gli striscioni esposti allo stadio Olimpico nei confronti di Antonella Leardi, madre di Ciro Esposito. Gli ultrà romanisti hanno accusato la donna di lucrare sulla morte del figlio, ucciso nei violenti scontri della finale di coppa Italia Napoli-Fiorentina dell’anno scorso all’Olimpico.

 

Sulla questione è intervenuto anche il presidente della Roma James Pallotta, che ha immediatamente preso le distanze da questi personaggi sostenendo che le tifoserie violente non rispecchiano il suo modo di agire. Ciò ha provocato la reazione immediata di alcuni ultrà giallorossi, in modo particolare la frangia più violenta che intende disertare lo stadio Olimpico. A proposito delle offese alla mamma di Ciro Esposito, la vedova Raciti ha commentato mestamente: “Mi ha fatto male, conosco il dolore, preferirei il rispetto nei confronti dei familiari. Mi è dispiaciuto molto”.

Loading...
Loading...