Loading...

Salvini sull’immigrazione scatenato contro i vescovi: “Galantino? E’ da Scherzi a parte…”

0
476
Matteo Salvini
Loading...
Loading...

Matteo Salvini

Dai microfoni di Radio anch’io Matteo Salvini polemizza ancora con la chiesa, o per meglio dire con alcuni vescovi, sulla questione migranti. Il segretario della Lega Nord in particolare si infervora ancora col Monsignor Galantino a cui si rivolge ironicamente: “Non è un vescovo è ‘Scherzi a parte’, è uno che passa l’estate ad occuparsi della Lega anziché del tasso di natalità in Africa su cui la Chiesa ha qualche responsabilità. Io non polemizzo con la Chiesa che parla poco e lavora tanto, polemizzo con qualche vescovo di sinistra che potrebbe candidarsi con Rifondazione?”. Sempre parlando del segretario generale della Cei ha poi concluso così a Radio Anch’io il suo intervento: “Per fortuna la maggior parte della Chiesa parla poco e lavora tanto. Io attacco i vescovi che vorrebbero candidarsi in Parlamento con Rifondazione comunista“. A proposito del Cara di Mineo, il centro di accoglienza che ospitava l’immigrato ivoriano che ha commesso un delitto, così si è espresso: “è un business da 100 milioni di euro su cui ci sono tre inchieste e cooperative legate a ‘mafia capitale’. Anche gli stessi sindaci di sinistra dicono che è una cittadella di illegalità“. Per il leader della Lega Nord, Renzi non è in grado di fronteggiare efficacemente il problema dell’immigrazione. “L’immigrato regolare che lavora è mio fratello: rispetta le mie idee, non attacca il Crocifisso. Il problema è l’immigrazione incasinata alla Renzi-Alfano, alla Mare Nostrum, quella degli alberghi.

 

Provate a andare in Austria o a Malta e chiedere di entrare perché avete fame, per non parlare di Australia e Usa, anche da italiani“. Insomma la polemica continua e Salvini non è certamente uno che smorza i toni.

Loading...
Loading...