Loading...

Canone Rai in bolletta: tutto quello che c’è da sapere sulle modalità di pagamento

0
509
Televisione
Loading...
Loading...

Televisione

Per questo 2016 sono previste molte novità per quanto riguarda il pagamento del canone Rai. Intanto a partire dal luglio di quest’anno il pagamento del canone Rai avverrà tramite bolletta della luce. Tuttavia in questi mesi si sono affastellati molti dubbi riguardo al pagamento. In questo senso l’Unione nazionale dei consumatori ha stilato una sorta di guida per aiutare gli utenti ad orientarsi. Esplicativa anche la spiegazione in una nota da parte dell’Agenzia delle Entrate. Questi sono i punti fermi: il canone si paga solo sulla prima casa e una sola volta nella famiglia purché i coniugi e o figli siano tutti residenti nello stesso immobile. Dal 1 luglio 2016 il canone si pagherà in bolletta e comprenderà le rate dei mesi precedenti. Dal 2017 invece si pagheranno dieci rate da 10 euro da gennaio a ottobre. L’importo del canone Rai è stato ridotto da 113,50 euro a 100 euro. Insomma la ratio di fondo della legge mira a far pagare di meno ma a far pagare tutti. Dal 2017 invece il canone Rai verrà pagato a partire dal primo mese dell’anno. Sono esenti dal pagamento gli over 75 con un reddito annuale fino agli 8000 euro. Il pagamento del canone spetta agli uffici, gli studi e gli esercizi commerciali qualora abbiano un televisore tramite il bollettino postale e non in bolletta. Non si può invece evitare di pagare il canone tramite suggellamento dell’apparecchio: una pratica che rende inutilizzabili gli apparecchi televisivi mediante la chiusura in appositi involucri. Inoltre si presume il possesso di un apparecchio televisivo pertanto spetta all’utente dimostrare di non possederne alcuno in casa propria. Per dimostrare il contrario e quindi disdire il pagamento bisogna mandare   “una dichiarazione allo sportello Sat dell’Agenzia delle Entrate” con cui si spiega di non possedere alcun apparecchio.

 

Inoltre come viene spiegato sul sito canone.rai.it deve pagare anche chi ha la tv ma non guarda i programmi offerti dalla televisione pubblica in quanto: “L’utilizzo dell’apparecchio limitatamente ai programmi delle Tv private e straniere, con esclusione delle trasmissioni trasmesse in onda dalla Rai, non esonera dal pagamento del canone“.

Loading...
Loading...