Loading...

Google Car equiparata a un guidatore umano negli Usa: chi risponde in caso di incidente stradale?

0
588
Google Car
Loading...
Loading...

Google Car, la macchina che si guida da sola anche nel traffico [VIDEO]

Il progetto riguardante la Google car nasce ufficialmente nel maggio del 2014 , soltanto da settembre dello stesso anno però è stata sperimentata negli Stati UNit questa guida automatica dell’auto senza nessun umano a bordo sulle strade della California. Ovviamente è nato subito il dibattito riguardo ai rischi connessi con la circolazione di queste auto assieme alle auto tradizionali e ai pedoni. Stando a quanto affermato dalla NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration) in una nota inviata in risposta a Google, che aveva chiesto lumi all’ente americano per la sicurezza stradale proprio riguardo al chiarimento di alcuni aspetti legali sui veicoli a conduzione automatizzata, la guida autonoma sui veicoli da un punto di vista della legge può essere equiparabile a un guidatore umano. In sostanza la NHTSA ha osservato che: “se nessun umano è presente nell’abitacolo può guidare il veicolo, è più ragionevole identificare il guidatore con qualsiasi cosa (e non qualsiasi persona) stia guidando“.In questo senso così si allarga notevolmente la definizione di conducente che non sarà più ristretta a un guidatore umano ma verrà estesa anche a un sistema di guida autonomo qual è in effetti il sistema di funzionamento della Google car che si guida senza alcun pilota a bordo grazie a un software che contiene al suo interno un algoritmo. Tuttavia rimangono ancora irrisolti gli interrogativi in caso di incidente stradale, soprattutto quando vi siano dei feriti. Ad esempio in caso di incidente stradale chi verrà ritenuto responsabile? L’algoritmo di Google?

 

Insomma in attesa di chiarimenti si potrebbe giungere a conclusioni paradodssali di questo tipo anche perchè la presenza di un’auto che si guida da sola che potrebbe cambiare lo scenario nel traffico degli autoveicoli nei prossimi anni, richiede anche e soprattutto un cambiamento di mentalità, che non può avvenire dall’oggi al domani ma richiede tempo.

Loading...
Loading...