Loading...

Valter Longo e la dieta della longevità

0
Loading...
Loading...

Dieta vegana rischi

Valter Longo è stato inserito dalla rivista ameriana Time nella lista dei 50 personaggi più influenti nel 2018 nell’ambito della salute. Longo è Direttore del Programma longevità & cancro dell’Ifom (Istituto Firc di oncologia molecolare) di Milano e del Longevity Institute della University of Southern California. Valter Longo è noto per essere l’ideatore della dieta mima digniuno, frutto di 25 anni di ricerche.Inoltre è  autore della “Dieta della longevità”, un libro che ha riscosso un grande successo internazionale. A proposito degli studi sull’invecchiamento Longo sostiene che: “Gli studi dell’invecchiamento sono cominciati migliaia di anni fa, ma si sono quasi sempre focalizzati sul perché invecchiamo e non sul perché rimaniamo giovani”. Ed ancora: “una delle teorie più quotate è quella sui radicali liberi e sui danni ossidativi causati da ossigeno e altre molecole su Dna, proteine e cellule. Come chiaro anche dal nome, queste teorie si focalizzano sul processo di deterioramento che porta l’organismo a invecchiare e che inizia dopo i 40-50 anni di età“.

Dieta mima-digiuno: cos’è

Valter Longo ha messo a punto un particolare regime alimentare, la dieta mima-digiuno in grado di apportare una serie di benefici per la salute. Tale dieta consiste nel limitare soltanto per alcuni giorni l’apporto calorico, in tal modo l’organismo reagisce promuovendo il rinnovamento cellulare eliminando quindi le cellule malate. Inoltre tale dieta limiterebbe notevolmente il rischio di Alzheimer, diabete e cancro. Insomma non è la classica dieta per dimagrire in quanto si propone l’obiettivo più lungimirante di aumentare l’aspettativa di vita.

Dieta mima-digiuno: come funziona

Ma come funziona in pratica? Se si è i sovrappeso va messa in atto una volta al mese, se si è in condizioni di normopeso una volta ogni 3 o 4 mesi e consiste in brevi periodi di semi-digiuno che non superino i 5 giorni. La dieta comprende in particolare verdura, cereali integrali e legumi. Da limitare invece il consumo di zuccheri, protene animali e i carboidrati. Inoltre la dieta mima digiuno potrebbe rivelarsi efficace anche nella cura del diabete. In particolare questo regime dietetico sarebbe in grado di di riprogrammare  le cellule adulte del pancreas, in tal modo questo organo potrebbe così tornare a svolgere la sua azione fondamentale di regolare la quantità di zucchero nel sangue.

In tal senso così ha spiegato Longo: “Abbiamo dimostrato che alternare ciclicamente la dieta mima digiuno e un’alimentazione normale ha essenzialmente riprogrammato le cellule che non producono insulina in cellule che la producono”.Ed ancora: “Quindi, attivando la rigenerazione delle cellule pancreatiche, siamo stati in grado di curare i topi sia dal diabete di tipo 1 che di tipo 2. Inoltre, abbiamo riattivato la produzione di insulina nelle cellule pancreatiche umane di pazienti affetti dal diabete giovanile”.

 

Loading...
Loading...