Loading...

Nonno orco stupra la nipotina per 9 anni e la costringe ad abortire con un attaccapanni

0
Loading...
Loading...

Padre abusa figlia per più di 20 anni

Una storia raccapricciante arriva dal Regno Unito. La notizia è stata riportata dal The Sun. Charlotte Wade, una ragazza di 22 anni che vive a Barry, una citta del Galles, da quando ne aveva 5 è stata violentata dal nonno pedofilo Raymond Hodges. All’età di 12 anni l’uomo l’ha costretta ad abortire, con l’aiuto di un complice, il figlio concepito dopo gli stupri, con un appendiabiti. A causa di ciò, la ragazza che ha denunciato gli abusi che ha subito in tutti questi anni, è diventata sterile.

Così Charlotte ha raccontato quei terrbili momenti che hanno segnato per sempre la sua vita. “Ero terrorizzata e pensavo che stava per stuprarmi. Mio nonno si è avvicinato con una gruccia in mano. Quello che è accaduto dopo mi perseguiterà per sempre. Mi sono sentita come se stessi per morire. Dopo, disse che non sarei più potuta rimanere incinta e mi ha lasciato sanguinante a terra“. Solo nel 2011, quando Charlotte aveva 14 anni, il nonno ha smesso di abusare di lei.

Le violenze si sono susseguite dal 2001 al 2011. Il nonno in realtà era il padre del suo patrigno. Prima che iniziassero questi abusi, come tutti i bambini, adorava suo nonno.

Nel novembre del 2016 la ragazza ha trovato il coraggio di denunciarlo. Nel 2017 il nonno pedofilo si è riconosciuto colpevole dei reati di stupro e aggressione sessuale quando Charlotte era una bambina di età inferiore ai 13 anni. L’uomo è stato condannato a 25 anni di prigione.

Loading...
Loading...