Loading...

Balene e pipistrelli: sapete cosa hanno in comune?

0
Loading...
Loading...

Balena inghiotte e risputa uomo

A prima vista le balene e i pipistrelli sembrano non avere proprio niente in comune. Due specie animali totalmente diverse, altri habitat. In realtà un nuovo tipo di studio sulle “abitudini” delle balene ha permesso di scoprire una sorprendente analogia con i pipistrelli.

Infatti grazie a una nuova tecnologia in grado di registrare come una balena si muove nell’oceano, Peter Madsen Teglberg dell’Univesità di Aarhus in Danimarca e Annemarie della University of Southern Denmark, hanno scoperto degli elementi comuni tra le due specie riguardo al modo di cacciare. Ovvero sia le balene che i pipistrelli utilizzano l’eco-localizzazione per muoversi e ciò permette loro di individuare con precisione le loro prede. L’ecolocalizzazione, può in effetti definirsi l’equivalente biologico del sonar.

La ricerca ha messo in evidenza come anche i delfini, orche e capodogli, utilizzano lo stesso sistema per localizzare le prede. In sostanza quindi sia gli odontoceti che i pipistrelli utilizzano la stessa gamma di frequenze ultasoniche, tra i 15 e i 200 kilohertz, per cacciare. Considerando però che il suono viaggia cinque volte più velocemente in acqua che nell’aria, le balene dispongono di un sistema di localizzazione delle prede ancora più sofisticato ed efficiente rispetto a quello dei pipistrelli.

Madsen, lo scienziato autore della ricerca spiega: “Fino a ora non era noto come una balena avrebbe coordinato il suo comportamento acustico in natura per intercettare la sua preda“. Grazie a questa tecnologia, gli esperti potranno studiare quanto le modifiche dell’ecosistema vadano ad incidere sul comportamento alimentare delle balene.

Loading...
Loading...