Loading...

Un italiano su 3 aggira i divieti di accesso ai social sul posto di lavoro

0
Loading...
Loading...

Facebook social

Stando alla ricerca People Inspired Security realizzata da OnePoll commissionata da Samsung nonostante l‘acceso ai social venga vietato in molti posti di lavoro, un italiano su tre riesce ad aggirare questi divieti. Nella fascia d’età compresa tra i 18 e i 34 anni, la percentuale sale al 49%.

Dal report è risultato che il  26% dei dipendenti italiani aggira queste limitazioni usando i dispositivi personali per pubblicare su Twitter, il 29% per accedere ai servizi di video streaming, il 34% utilizza invece applicazioni d’archiviazioni sul cloud, il 38% per app mobile.

Lo studio ha coinvolto 4500 persone in sette Paesi europei (Italia, Germania, Gran Bretagna, Francia, Spagna, Belgio e Olanda). In Europa dove l’accesso a facebook è vietato al 40% dei dipendenti, sono gli inglesi ad essere i più indisciplinati (41%), mentre i francesi (20%) sono i più solerti nel rispetto delle norme aziendali. Si tende a infrangere il divieto soprattutto nel settore alberghiero, dati di gan lunga inferiori riguardano invece il campo immobiliare.

Dimitrios Tsivrikos, Consumer and Businness Psychologist allo University College London sottolinea come dal punto di vista della sicurezza sia del tutto comprensibile che i datori di lavoro vogliano controllare l’uso della tecnologia da parte dei propri dipendenti, tuttavia se questo si traduce nell’ignorare le esigenze del professionista moderno, le aziende potrebbero andare incontro a un calo di produttività e di coinvolgimento.

Loading...
Loading...