Loading...

Parkinson e crema anti-rughe

0
Loading...
Loading...

Cervello

Nuove prospettive di cura per il morbo di Parkinson  potrebbero trovarsi in un ingrediente piuttosto comune nelle creme anti-rughe.

Un gruppo di studiosi della università della California di San Francisco ha iniziato nel 2004 una ricerca su una famiglia italiana che presentava diversi casi di persone affette da questa patologia.

Lo studio ha messo in evidenza che l’ereditarietà di questa patologia deriva dalla mutazione della proteina Pink1. I ricercatori hanno però scoperto che l’azione di questa proteina mutata può essere bloccata dalla chinetina. La chinetina è un fitormone che troviamo nella preparazione di molte creme anti-rughe, ed ha come proprietà quella di rallentare la degenerazione progressiva delle cellule cerebrali, fenomeno comune alle patologie neurodegenerative.

Per il momento si tratta solo di test di laboratorio ma considerati i risultati incoraggianti il prossimo step sarà rappresentato dalla sperimentazione sugli animali.

Il professore Kevan Shokat che ha guidato questa ricerca dispensa un cauto ottimismo e definisce la chinetina: “una molecola interessante da analizzare, sicura e che ha il vantaggio di essere reperita facilmente, visto che si trova in diverse creme anti-rughe“. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Cell.

Loading...
Loading...