Loading...

Parkinson: tampone nasale per diagnosi precoce

0
35
cervello malattia huntington
Loading...
Loading...

cervello malattia huntington

Un semplice tampone nasale basterà a individuare le persone che sono a rischio Parkinson. E’ quanto evidenziato dallo studio pubblicato dalla rivista Brain, coordinato da Gianluigi Zanusso dell’università di Verona. In particolare lo screening già utilizzato pr il Covid-19 consente di rilevare nella mucosa nasale la proteina implicata in questa patologia neurodegenerativa. In questo studio i ricercatori hanno effettuato un tampone nasale su 63 soggetti sani ma che presentavano un disturbo del sonno associato alla comparsa del Parkinson. Sempre lo stesso tampone è stato effettuato su 41 pazienti con Parkinson e 59 soggetti sani di controllo. Lo screening ha dato risultato positivo per il 46% dei malati di Parkinson, il 44% dei soggetti a rischio e il 10% del gruppo di controllo. Tra l’altro alcuni dei soggetti risultati positivi avevano problemi all’olfatto, un altro sintomo precoce del Parkinson.

Il prossimo step dello studio consisterà nello studiare la correlazione tra la positività al tampone e la malattia per poi validare lo screening su un più ampio gruppo di individui.

Il morbo di Parkinson si caratterizza principalmente per disturbi del movimento muscolare mentre per lungo tempo le facoltà intellettive dei pazienti rimangono del tutto intatte. Attualmente in Italia vi sono 250mila persone colpite da questa malattia neurodegenerativa. Si stima che le persone colpite dal Parkinson tenderanno a raddoppiare nei prosimi anni considerando che si verificano ogni anno circa 6000 nuovi casi. In questi anni la ricerca ha compiuto dei passi in avanti soprattutto per quanto riguarda la diagnosi precoce.

Loading...
Loading...