Loading...

Cancro: la nuova scoperta dei ricercatori israeliani

0
102
Virologo scienza
Loading...
Loading...

Gli anticorpi naturali trovati nei tumori potrebbero indicare la strada verso una migliore immunoterapia. “Una potenziale svolta contro il cancro” secondo un nuovo studio del Weizmann Institute.

Virologo scienza

Uno studio condotto presso il Weizmann Institute of Science israeliano getta le basi per una possibile svolta contro il cancro sotto forma di immunoterapia che sfrutterà un’arma unica del sistema immunitario nella battaglia contro il cancro: gli anticorpi prodotti naturalmente. Gli anticorpi sono proteine ​​che neutralizzano minacce specifiche. Altri studi recenti hanno scoperto che gli anticorpi presenti in natura sono stati spesso scoperti nei tumori cancerosi, ma il loro scopo era sconosciuto; potrebbero benissimo essere stati generati dal corpo, senza alcuna relazione con il cancro stesso. Prove indirette, tuttavia, hanno suggerito che offrono una sorta di beneficio antitumorale: è stato riscontrato che i pazienti che sopravvivono più a lungo di altri e sono più reattivi ai farmaci antitumorali hanno concentrazioni più elevate di cellule B che producono anticorpi nei loro tumori.

Tuttavia, non c’era modo di determinare se queste cellule e gli anticorpi che producono contribuiscono a migliorare la sopravvivenza e, in tal caso, come realizzano tale impresa. Le nuove scoperte, pubblicate sulla rivista Cell, sono riuscite a identificare, tra le migliaia di proteine ​​nelle cellule tumorali, una molecola che viene presa di mira dagli anticorpi appena identificati: l’enzima proteasi legato alla membrana chiamato MMP14 (MT1-MMP). In una persona sana, questo enzima simile a una forbice svolge un ruolo importante nel rimodellamento dei tessuti, ad esempio durante la rigenerazione o la guarigione delle ferite. Nel cancro, tuttavia, agisce nel microambiente del tumore e va fuori controllo, tagliando la matrice attorno alle cellule tumorali e aiutandole così a invadere il tessuto circostante e diffondersi ad altri organi, portando a metastasi mortali.

I ricercatori hanno scoperto che i tumori ovarici nel loro studio contenevano livelli anormalmente elevati dell’enzima MMP14. “Ora abbiamo dimostrato che il sistema immunitario dei malati di cancro può produrre anticorpi contro i tumori”, afferma il prof. Ziv Shulman del dipartimento di immunologia di Weizmann, che ha guidato il gruppo di ricerca insieme alla prof.ssa Irit Sagi del dipartimento di regolazione biologica dell’istituto. “Questi anticorpi naturali sembrano avere un potenziale terapeutico non realizzato”, afferma Sagi. “Sono necessarie ulteriori ricerche per applicarle in future terapie o come reagenti diagnostici”.

Per Giovanni D’Agata presidente dello “Sportello dei Diritti”, questa ricerca apre la strada a un nuovo approccio allo sviluppo di immunoterapie contro il cancro, che utilizzerà anticorpi antitumorali naturali. Sebbene gli scienziati si siano concentrati sul cancro ovarico, hanno affermato che potrebbe applicarsi anche ad altri tipi di cancro.

Loading...
Loading...