Loading...

Scoperto nuovo gruppo sanguigno

0
4
Virologo scienza
Loading...
Loading...

Nuovo gruppo sanguigno scoperto negli esseri umani: i ricercatori risolvono un mistero vecchio di decenni. Scienziati britannici hanno scoperto un nuovo raro sistema di gruppi sanguigni risolvendo il mistero degli antigeni conosciuti da più di 30 anni.

Virologo scienza

Il sangue non è solo sangue. La maggior parte delle persone conosce i quattro gruppi sanguigni più importanti A, B, AB e O. Inoltre, il sistema di gruppi sanguigni Rhesus ” chiamato fattore Rh positivo” o “fattore Rh negativo”. Questa è un’informazione importante in caso di emergenza, per una trasfusione di sangue o durante la gravidanza. Perché non tutti i gruppi sanguigni sono compatibili tra loro. Il sangue non può essere trasferito da un essere umano all’altro. “I semplici globuli rossi possono ancora sorprenderci”, afferma il coautore dello studio e biologo cellulare Ash Toye dell’Università di Bristol in una dichiarazione.

Un team di scienziati della British University of Bristol, insieme a NHS Blood & Transplant (NHSBT), ha decodificato quello che dicono essere un nuovo sistema di gruppi sanguigni. E questa scoperta, secondo i ricercatori, potrebbe salvare la vita dei neonati.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Blood, risolve anche un mistero di 30 anni, secondo i ricercatori. Tutti i globuli rossi (eritrociti) sono circondati da un involucro. La struttura (antigeni) dei globuli rossi determina il gruppo sanguigno. Nel sistema dei gruppi sanguigni AB0, gli antigeni sulla busta dei globuli rossi sono divisi in quattro gruppi: A, B, AB e 0 rappresentano i quattro gruppi sanguigni:

gruppo sanguigno A   C’è solo l’antigene A sulla busta dei globuli rossi.

gruppo sanguigno B   È presente solo l’antigene B.

gruppo sanguigno 0    Non sono presenti antigeni.

Gruppo sanguigno AB Ci sono entrambi gli antigeni A e B sui globuli rossi.

Più di 30 anni fa, la medicina ha scoperto nel sangue antigeni che non rientrano in nessun gruppo sanguigno dei sistemi conosciuti: gli antigeni Er. L’antigene Er è apparso per la prima volta nel 1982. Sei anni dopo, fu identificata una versione denominata Erb. Quindi il codice Er3 è stato utilizzato per descrivere l’assenza di Era ed Erb, spiega il portale di conoscenza sciencealert.com. Per decenni si era a conoscenza che questi antigeni delle cellule del sangue esistevano. Finora, tuttavia, si sapeva troppo poco dei loro effetti clinici.

Loading...
Loading...