Loading...

Il Nuovo Presidente della Repubblica: Finocchiaro, Prodi e Padoan in pole position

0
438
Presidente della Repubblica
Loading...
Loading...

Presidente della Repubblica

ROMA- Il Nuovo Presidente della Repubblica, sabato 31 gennaio 2015 dovrebbe essere il giorno decisivo, in concomitanza con la quarta votazione. Perlomeno è ciò che annuncia da tempo il premier Matteo Renzi, alimentando il Toto-Quirinale e la relativa girandola di nomi. Di certo, allo stato attuale, il premier non ha annunciato quello che è il candidato ufficiale del PD o perlomeno rappresentativo della maggioranza del partito. Un potenziale Presidente della Repubblica su cui si cerca un’ampia convergenza anche delle restanti forze politiche, che sia forte di ben oltre la maggioranza necessaria di 505 voti (quanti ne saranno sufficienti a partire dalla quarta votazione). Quali i favoriti come nuovo Presidente della Repubblica? Almeno in 4 a pochi giorni dall’inizio delle votazioni.

ANNA FINOCCHIARO– Le quotazioni di Anna Finocchiaro appaiono in netta ascesa negli ultimi giorni. Sarebbe il primo Presidente della Repubblica donna, una novità assoluta nel nostro paese. Esperienza, caratura politica, militanza di vecchia data nel partito del premier: un nome che la fronda anti-Renzi non potrebbe ignorare. Non vi sarebbe sulla sua ipotesi una pregiudiziale manifesta da parte di Berlusconi.

ROMANO PRODI- Se non vi fosse una vecchia ruggine con Silvio Berlusconi, più basata su difficili rapporti personali che meramente politica, la candidatura di Romano Prodi sarebbe oggettivamente la più solida allo stato attuale. In queste ultime settimane, soprattutto a livello di trattative sotterranee, si è tentato di “ammorbidire” la posizione di Forza Italia sul nome di Romano Prodi. Opzione che avrebbe il suo peso in politica estera oltre che per rassicurare i mercati.

GIANCARLO PADOAN- Il ministro dell’Economia potrebbe rappresentare il classico candidato trasversale, di compromesso. Un’ottima risorsa per ciò che concerne l’immagine del nostro paese per quanto riguarda finanza e mercati. Il suo peso specifico, anche dal punto di vista di rapporti internazionali, è notevole. Tuttavia, almeno per il momento, non appare tra le ipotesi di prima fascia.

WALTER VELTRONI– Walter Veltroni qualche settimana addietro veniva indicato come il naturale favorito per l’elezione al Colle. E’ forse il politico della “vecchia guardia” maggiormente in sintonia con la politica di governo di Matteo Renzi. Non certamente inviso al centro-destra. A suo svantaggio l’incognita rappresentata dalla minoranza del suo partito. Le sue quotazioni potrebbero velocemente risalire in caso di imprevisti, se ad esempio la quarta votazione di sabato bruciasse il principale candidato proposto.

Loading...
Loading...