Loading...

La Borsa di Milano nel segno del Toro, oltre l’11% nel 2015

0
397
Loading...
Loading...

wall street bull

MILANO- Le borse europee brindano ad un inizio 2015 all’insegna del “bull market”, nonostante il quadro geopolitico ed economico nel vecchio continente resti quanto mai incerto. Il cambio di governo in Grecia, le tensioni militari tra Russia ed Ucraina, restano comunque delle insidiose incognite all’orizzonte. Il Ftse Mib, dati storici alla mano, nel nuovo anno ha già messo a segno un balzo dell’11,52%.

Profitti la cui costante probabilmente è destinata a rallentare, almeno nei volumi attuali, anche se diversi analisti non escludono che Milano possa giungere a quota ventiduemila punti entro giugno 2015.

A marzo il Quantitative Easing di Mario Draghi dovrebbe divenire operativo, ed è soprattutto questo fattore ad aver incentivato la fiducia degli investitori italiani e stranieri. La Grecia e il braccio di ferro con l’Unione Europea si confermano fonte di ansia.

Ad Atene la situazione economica resta fragile e, al netto dei proclami pre-elettoriali di Alexis Tsipras, la Grecia continua a dipendere dagli aiuti che giungeranno da Bruxelles. Rispetto al 2010 tuttavia, i rischi di “contagio” ad altri paesi appaiono decisamente ridotti.

Una sensazione avvertita anche nel comparto finanziario, Borsa di Atene a parte gli altri listini non hanno fatto registrare eccessiva volatilità in queste ultime settimane. Segno di apprensione esistente ma relativa dei mercati internazionali.

Loading...
Loading...