Loading...

Pignoramento degli animali, 100mila firma per dire no

0
379
Cane
Loading...
Loading...

Cuccioli cane

Nell’articolo 514 del codice civile tra le cose ritenute impignorabili per i debitori non risultano gli animali domestici. In sostanza, in caso di debiti, Equitalia o qualsiasi altro creditore può rivendicare un animale domestico per saldare il proprio credito, in quanto sono ritenuti “res”, cose e non soggetti dotati di una sensibilità. Da tempo su Twitter è stata lanciata la campagna #giulezampe, petizione fortemente voluta da Change.org e patrocinata dalla conduttrice Tessa Gelisio e della Lega Nazionale per la difesa del Cane, al fine di modificare questa legge.

Oltre 100mila le firme raccolte per una legge che appare profondamente ingiusta oltre che insensibile e disumana. Sulla spinosa questione si è pronunciato anche Gian Luca Galletti, ministro dell’Ambiente, il quale ha preso nettamente posizione: “E’ urgente superare l’attuale impostazione normativa ed escludere dalla pignorabilità gli animali d’affezione o di compagnia”.

Anche Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente, chiede che l’Italia si adegui a paesi come Germania e Austria, dove gli animali domestici non sono considerati come oggetti ma esseri viventi dotati di sentimenti da rispettare. In buona sostanza sono beni impignorabili.

Adesso dalle parole bisognerà passare ai fatti, servirà approvare la proposta di legge che considera gli animai esseri senzienti e non beni mobili, con l’approvazione e le firme di ogni schieramento politico.

Loading...
Loading...