Loading...

M5S: il Casaleggio-pensiero su Internet e l’accordo sulla Consulta

0
617
Gianroberto Casaleggio
Loading...
Loading...

Gianroberto Casaleggio

Gianroberto Casaleggio, la “testa” del M5s ha rilasciato una intervista al Corriere della Sera in cui ha spiegato i prossimi obiettivi da raggiungere per il Movimento cinque stelle. Intanto riguardo l’accordo sulla Consulta il guru di M5s ha espresso un parere positivo in quanto: “frutto di un confronto da parte nostra chiaro e trasparente con le altre forze politiche“. Insomma per quanto Casaleggio straveda per internet e gli scenari che può aprire questo straordinario mezzo di comunicazione, tuttavia precisa che: “Ci sono situazioni, come la Consulta e la Rai, che richiedono decisioni continue e veloci, per ora ancora impraticabili con il web. In ogni caso il gruppo parlamentare ha discusso e approvato le scelte a maggioranza“. Casaleggio in ogni caso ritiene internet fondamentale in quest’epoca in quanto: “solo il senso di comunità e appartenenza, il riconoscersi in valori comuni consentirà alle società di sopravvivere” e la Rete con la sua capacità di aggregazione ha quindi una valenza fondamentale. Inoltre sempre a detta del socio di Beppe Grillo, la Rete: “ha una valenza anticapitalista, con la sua diffusione aumenta il valore delle idee e della conoscenza e diminuisce quello del denaro”. Ed ancora: “la rete cambia la politica introducendo una relazione tra politici e cittadini: la democrazia diretta. La Rete è francescana, anticapitalista: nel Web le idee e la loro condivisione valgono più del denaro», scrivevano i due. Permette all’ignaro investitore di comprendere i misteri della Borsa e i suoi oscuri collegamenti”. Infine così conclude: “La Rete assomiglierà a un genio della lampada che ci risponderà su qualunque argomento”, ed infine ci metterà in guardia dai bugiardi e dai truffatori in quanto:”se dici una falsità sei scoperto in un secondo, il tempo di un clic”. Potrebbe anche essere così eppure questa visione di Internet ha un non so che di sinistro che l’avvicina al Grande Fratello di orwelliana memoria. In ogni caso Casaleggio che sta rilanciando il M5s per l’Italia mantiene come punto fermo il programma: “Siamo partiti dai municipi di Roma per raccogliere le candidature che sono state spontanee e che stiamo vagliando in questi giorni. Abbiamo identificato dieci aree di intervento per la città di Roma, la cui priorità sarà decisa con una votazione online. Sulle prime tre interverremo immediatamente dopo le elezioni. Da qui partiremo per un percorso di partecipazione“.

Inoltre:”il candidato sindaco e la lista comunale saranno infine scelti online dagli iscritti di Roma”.

Loading...
Loading...