Loading...

Saldi invernali 2016, il vademecum di Codacons: come evitare le fregature

0
531
Loading...
Loading...

saldi 2016

A partire dal 2 gennaio partiranno i saldi in Sicilia, mentre nelle altre regioni inizieranno a partire dal 5 gennaio. I portafogli degli italiani sono particolarmente leggeri dopo i regali di Natale ed il cenone di Capodanno, quindi bisogna scegliere con cura l’acquisto giusto da fare. Il Codacons ha deciso di stilare un decalogo per i saldi invernali 2016 per non incappare in “bidoni” o fregature. 1) Bisogna sempre conservare lo scontrino poiché non è vero che i prodotti in saldo non possono essere cambiati. Se il prodotto da cambiare è finito, si ha diritto alla restituzione dei soldi. Si hanno due mesi di tempo per cambiare il prodotto, non 7-8 giorni. 2) La merce in vendita deve essere posta sotto la voce “Saldo” e deve far parte della collezione passata, e non fondi di magazzino. 3) E’ consigliabile girare diversi negozi e confrontare i prezzi per scegliere quello più conveniente. 4) E’ opportuno decidere cosa comprare prima di entrare in un negozio, onde evitare di acquistare prodotti che non servono o di essere influenzati dal negoziante. 5) Quando lo sconto supera il 50% è meglio diffidare. Talvolta i negozianti gonfiano i prezzi originali, simulando uno sconto maggiore di quello effettivo. 6) Meglio rivolgersi a negozi già conosciuti e dove si acquista di norma. 7) La merce in saldo deve essere separata da quella nuova, così come i negozi devono esporre il prezzo vecchio, quello nuovo e il valore percentuale dello sconto.

 

8) Alcuni commercianti possono vietare la prova del capo, in quel caso diffidare poiché è sempre preferibile misurarsi un vestito. 9) I negozianti sono obbligati ad accettare diversi tipi di pagamento, come carta di credito e bancomat, anche per i prodotti in saldo. 10) Nel caso in cui si ritiene di essere stati “bidonati”, rivolgersi al Codacons o ai vigili urbani.

Loading...
Loading...