Loading...

Cosmetica, un settore in grande salute in Italia

0
Loading...
Loading...

Cosmetica trend

Il Centro Studi di Cosmetica Italia, l’associazione nazionale delle imprese cosmetiche, ha scattato una fotografia sullo stato di salute del settore in questi ultimi anni, rivelando performance davvero positive e tanti segni “più” che fanno ben sperare anche sul prossimo futuro.

I numeri sono stati presentati da Andrea Positano, responsabile della ricerca, che ha immediatamente puntualizzato il valore complessivo del settore di profumi e affini nel nostro Paese, che nel corso dell’ultimo anno ha superato il miliardo di euro, migliorando di due punti percentuali e meglio il dato finale del 2015. Come spiega l’esperto, il giro d’affari di questo comparto ” è canalizzato principalmente nelle profumerie, che sviluppano oltre 800 milioni di euro, mentre drugstore e grande distribuzione totalizzano 244 milioni di euro. La farmacia rimane al palo nella vendita di fragranze, con 12 milioni di euro”.

Un mercato in evoluzione. Importante in questo senso anche l’apporto innovativo delle nuove piattaforma di vendita online, che hanno semplificato le operazioni per i clienti, consentendo loro anche di ottenere sconti e riduzioni che possono diventare anche sostanziosi. Un trend, quello dell’acquisto sul Web, che sta contagiando sempre più gli italiani anche in questo ambito, grazie anche all’apporto dei siti che propongono coupon e offerte promozionali da utilizzare sulle varie profumerie online, come nel caso dei codici sconto sui cosmetici e profumi offerti da Piucodicisconto.com, portale specializzato nella diffusione di codici sconto e coupon online.

Un miliardo di euro in profumi. Guardando più in dettaglio le statistiche relative ai trend di spesa nel mondo beauty in Italia, si scopre che le fragranze sono di gran lunga i prodotti più venduti all’interno delle profumerie, con una quota pari al 40 per cento del totale; la medaglia d’argento va ai prodotti per il viso (che raggiungono all’incirca il 20 per cento), mentre gli articoli da make up completano il podio con il 9 per cento di vendite.

Le scelte di uomini e donne. Per quanto attiene al genere delle persone che acquistano questi articoli, le donne sono le principali consumatrici dei prodotti di cosmesi, con una proporzione nettamente sbilanciata rispetto ai consumatori uomini (in pratica, tre donne per ogni acquisto effettuato da un “lui”), con una predilezione particolare per lo skincare viso, che raccoglie il 20 per cento delle richieste. Nel mondo maschile, invece, la spesa maggiore è destinata ai classici profumi, che con il 17 per cento della torta “battono” creme e prodotti per la cura del corpo.

Poco profumi di nicchia. Tra le tendenze evidenziate dallo studio di Cosmetica Italia ci sono anche alcune curiosità: ad esempio, il report sottolinea che la profumeria di nicchia in Italia rappresenta il 12,5 per cento del totale della categoria, con un valore che nell’ultimo anno ha raggiunto i 133 milioni di euro e che, secondo gli esperti, appare ancora troppo basso sul totale dei consumi cosmetici nel nostro Paese, rappresentando appena l’1 per cento dell’intero mercato.

Avanzano i prodotti green. Diverso invece il trend dei prodotti etici ed eco compatibili: come si legge nel rapporto, negli ultimi dodici mesi è aumentato di due punti percentuali il numero di consumatori italiani che ha optato per questi articoli “green” per la bellezza e la cura del proprio corpo, a riprova di come questo segmento di mercato (e queste tematiche) sia particolarmente dinamico e in continua espansione.

Loading...
Loading...