Loading...

“L’evoluzione della Dieta Chetogenica: le nuove frontiere nel 2020

0
Loading...
Loading...

Dieta forma dopo Natale Capodanno

Sabato 17 ottobre presso il G Hotel di Via della Sbrozzola, 26 ad Osimo prenderà il via l’incontro sull’ Evoluzione della Dieta Chetogenica.

Le diete chetogeniche sono ormai, da anni, accreditate dalla letteratura scientifica internazionale come “strumento terapeutico” in aree della salute cruciali quali l’obesità e il diabete mellito di tipo 2 e iniziano ad essere considerate utili anche in altre aree cliniche.

Dalla prevenzione primaria e secondaria delle patologie cardio vascolari, alle patologie croniche degenerative, ad alcune patologie neurologiche come le cefalee ed anche come coadiuvanti in corso di terapie oncologiche.

Tutto questo però rende indispensabile che il terapeuta ne conosca a fondo i presupposti biochimici, fisiologici, metabolici, le indicazioni corrette e diversificate, le diverse tipologie e modalità di applicazione nelle varie condizioni cliniche.

Nasce da qui l’idea di prevedere percorsi formativi ad hoc, strutturati adeguatamente dalla Ketogenic Diet Academy, strumento didattico del SINut (Società Italiana di Nutraceutica), il cui obiettivo prioritario è di contribuire alla formazione di professionisti della salute pienamente competenti nell’uso di uno strumento terapeutico indiscutibilmente accreditato sul piano scientifico.

È su questi presupposti che la stessa SINut ha deciso non solo di patrocinare, ma di impegnarsi nell’organizzazione di eventi formativi, finalizzati alla adeguata risposta alle crescenti richieste degli Operatori Sanitari che devono prescrivere con ponderatezza e cognizione di causa una dieta chetogenica.

Durante l’incontro il Dott. Roberto Serra tratterà la relazione tra VLCKD e Consensus Statement della Società Italiana di Endocrinologia (SIE).

A seguire ci saranno gli interventi: della Dottoressa Francesca De Filippis sulla relazione tra Diete Chetogeniche e PCOS, fertilità e menopausa del Dottor Mauro Giulietti che illustrerà interessanti elementi di connessione delle VLCKD e il Metodo SAIP (Sistema Alimentare Integrato Penta) della Dott.ssa Claudia Venturini sul ruolo fondamentale del 3 e 4 step fino all’HBD. Il giusto intake di macronutrienti nella dieta di mantenimento. Prima della discussione plenaria interverrà la Dott.ssa Paola Valentini che spiegherà come gestire le obiezioni del paziente.

Il Programma della Giornata:

8.45 Saluti di benvenuto e registrazione partecipanti; 9.00 – 10.00 VLCKD e Consensus Statement della Società Italiana di Endocrinologia (SIE) a cura del Dott. Roberto Serra; 10.00 – 10.45 Diete Chetogeniche come strumento dietoterapico di gestione nella PCOS, fertilità e menopausa a cura della Dott.ssa Francesca De Filippis; 10.45 Coffee Break ;11.00 – 11.45 La VLCKD e il Metodo SAIP (Sistema Alimentare Integrato Penta).

Il ruolo clinico e funzionale del Meal Replacement, a cura del Dott. Mauro Giulietti 11.45 – 12.30; Il ruolo fondamentale del 3 e 4 step fino all’HBD. Il giusto intake di macronutrienti nella dieta di mantenimento, a cura della Dott.ssa Claudia Venturini 12.30 – 13.30; La parola al nutrizionista: gestione delle obiezioni del paziente, FAQ – Dott.ssa Paola Valentini. Discussione plenaria sui temi trattati; 13.30 Light Lunch.

Per informazioni consultare WWW.SINUT.IT; Antonella Vitelli | 328594882

Iscrizioni: Dott.ssa Elisa Cingolani / +39 342 8696993 / elisa.cingolani@pentadiet.it

Cos’è la dieta chetogenica

La dieta chetogenica ideata dalla nutrizionista irlandese Zana Morris consente di dimagrire oltre 5 chili in 14 giorni. Il principio fondamentale a cui si ispira questo regime alimentare consiste nel limitare per un breve periodo di tempo l’apporto dei carboidrati, in tal modo si può arrivare a perdere peso velocemente. Questi sono gli alimenti permessi per dimagrire di 5 chili nell’arco di 14 giorni: carne di manzo, carne di maiale, bacon e pancetta. Pollo e anatra (anche la pelle). Pesci grassi quali salmone, sgombro, trota, tonno, alici sotto’olio e sarde. Formaggi grassi ad esempio mascarpone, philadelphia, nonché uova, spinaci, lattuga, coste, broccoli, cime di rapa, catalogna, bietole, rucola, erbette. Noci, nocciole (non arachidi). Avocado, burro, olio di oliva, olio di cocco. Caffè con Panna (ma senza zucchero). Inoltre si consiglia di bere molta acqua mentre gli alcolici vanno evitati. Al mattino invece si puà fare colazione con caffè con panna ma senza zucchero. Insomma si tratta di un regime alimentare che privilegia le proteine e i grassi a discapito dei carboidrati.

Loading...
Loading...